HomeSu di meLibro degli ospitiPoesieFotoArticoliAmici PoetiRecensioniFotopoesieBlog-La voce della poesiaAutori vari
DELL'INDICIBILE E ALTRO
EMOZIONI DELLA SCRITTURA
Su di me





















FELICE  SERINO 

Sono nato a Pozzuoli nel 1941; autodidatta. Vivo a Torino.

Ho pubblicato varie raccolte: da Il dio-boomerang del 1978 a D'un trasognato dove del 2014. Ho ottenuto importanti riconoscimenti e della mia opera poetica si sono interessati autorevoli critici. Sono stato tradotto in sei lingue. Intensa anche la mia attività redazionale.

Tutta la mia opera è visibile on-line. Dal 2007 scrivo su vari blog. 



Faccio una faticaccia a leggere i romanzi e la poesia “discorsiva” tipo poemetto. Prediligo il saggio e la poesia pura, “lirica”, quella per intenderci di Ungaretti Quasimodo Montale. Preferisco oltre a questi, Bevilacqua, Mussapi, De Angelis, Marotta, e tra gli stranieri, Tahar Ben Jelloun, Borges, Pessoa.


mailto:

feliceserino@tiscali.it
felser41@alice.it 



RICONOSCIMENTI

Segnalazione di merito al Giulia Gonzaga 79, Fondi
4° Premio Columbian Trophy 80, Campobasso (Fatica di emigranti)
Finalista al Club dei nipotini 81, Napoli
5° Premio ex aequo Adele Semino 81, Campomorone (Proletari)
Segnalazione al Premio Enzo Marioni 83, Santena (Denuncia)
Finalista all'Europa 2000, 84, Entel, Gallery Art Club, Marina di Carrara (Come Giuda)
4° Premio ex aequo La Baita 84, Livorno, silloge edita (Di nuovo l'utopia)
Premio Speciale per il Piemonte all'Incontro Naz. Di Poesia tra Regioni,
Art Gallery Club, 84, Massa Carrara (Dall'immagine spezzata)
Menzione d'onore al Premio Fermo 84 (Denuncia)
Segnalazione di merito a Le Muse 85 (Denuncia)
15° Premio Una Poesia per la Pace 88, Centro Kuliscioff, Torino (Il buio degli anni)
Premio Un pittore per 10 Poeti 91, Entel Mcl, Massa Carrara
Segnalazione a La Torre 92, Canicattì (Il buio degli anni)
2° Premio Arno d'argento 92, Firenze, Entel Mcl (Denuncia)
Segnalazione di merito a La Torre 93, Canicattì (Gli anni ci diranno)
Segnalazione a La Torre 94 (La vigna)
Premio Speciale al Premio Firenze 94, Entel Mcl (Momento)
Premio Speciale Arno d'argento 95, Firenze, Entel Mcl (Lettera da un amico)
I° Premio Un Poeta per l'Europa 96, Firenze, Entel Mcl (A Davide)
Finalista al Concorso di Natale Andrea da Pontedera 97 (A Davide)
4° Classificato al Premio Internaz. Phintia 98, Licata (Vita)
Segnalazione di merito al Premio per la Pace 98, Cultura e Società, Torino (A Davide)
4° Classificato con Menzione al Premio Phintia 99, Licata (A Davide)
13° Classificato al Concorso Omero 2000, Napoli (Parola)
I° Premio assoluto al Premio per la Pace 01, Cultura e Società, Torino (Iqbal)
4° Classificato al Premio Phintia 01, Licata (Iqbal)
4° Classificato al Premo Phintia 02 (Canto per Nkosi)
2° Premio al Concorso Omero-magna graecia 03, Napoli (Iqbal)
4° Classificato al Premio Phintia 03 (Dentro una sospensione)
3° Premio Santo Gringeri 03 - I luoghi del cuore, Pellegrino-Me (Nel perdurare la luce)
2° Premio al Concorso Artenuova 2004, Propata-GE (Iqbal)
Vincitore a pari merito al Premio Trentennale CDAP-UPCE 2004, Sutri-VT (Poesia onirica)
4° classificato al Premio Phintia 04 (La tua poesia)
Finalista al Premio "Una Cartolina per non dimenticare mai" 04, Entel-Mcl (Iqbal)
2° Premio Santo Gringeri 04 - I luoghi del cuore, Pellegrino-Me (Voli a solcare l'indaco)
Finalista al Premio "Paesepoesia" 05 -Belvedere Ostrense (L'ombra)
4° classificato al Premio Phintia 05 (La vita nelle mani del vento)
Segnalazione al Premio Int.le La Torre d'Argento 05, Castelnuovo di Farfa-Ri
Menzione speciale al Premio Totus Tuus - poesia religiosa 05, Patti-Me
Segnalazione  con Menzione d'onore al Premio Artenuova 2006
per  la silloge inedita (Il sentire celeste)
I° Premio al Concorso Naz.le Ibiskos 2006, Empoli (Iqbal)
Menzione al Premio Phintia 06 (Incontro)
Segnalazione al Premio Int.le Riviera di Ulisse-Memorial Gennaro Sparagna 2006,
Tremensuoli-LT (Spaesano le ore del cuore)
Finalista al Premio "I Quaderni della Memoria", Marina di Carrara 07 (Sconnessione)
Finalista al Premio "Paesepoesia" 2007- Belvedere Ostrense (Insostanziale la Luce)
2° premio a pari merito al "Premio Renato Milleri (Remil) - Poeta dell'anno" 2007,
per merito acquisito nel campo artistico-letterario (silloge La difficile luce)
9° classificato al Premio Noialtri/Poesia 08, Pellegrino-Me (Nel segreto del cuore)
9° classificato al Premio Noialtri/poesia 09 (San Suu Kyi)
Finalista al Premio "Paesepoesia" 2009 - (Infanzia)
2* classificato ex aequo del gruppo dei finalisti al IV Premio "Per non dimenticare Enrico Del Freo" -
Centro ENTeL M.C.L. Massa - Carrara 2009 (Nascosto starò nella rosa)
Finalista al V Premio "Per non dimenticare Enrico Del Freo" - Cantro Entel-Mcl Massa Carrara 2010
(Giorni orfani)
9° Premio "Città di Avellino - Trofeo Verso il Futuro" 2009 (Nascosto starò nella rosa)
Finaliste (in una rosa di 20 poesie) al Premio "Il Golfo" 2010, Napoli (maggio-Una luce) (giugno-Spiove luce)
3° Premio Il Golfo 2010, Napoli - (Inverni)
Finaliste a "Il Golfo" 2011: gennaio (Il sogno);
5° Premio "Città di Avellino" 2010 (Niente da perdere)
5° Premio "Città di Avellino" 2012 (Aleph)









LIBRI  RECENSITI


   Il dio-boomerang
Firebird, Alla bottega 3/79
Franco Boveri, Controcampo 10/79

   Frammenti dell'immagine spezzata
Maldoror, Alla bottega 5/81
SiIvio Bellezza, Controcampo 1/81
Livio Rosati, Logos 7/83
Sandro Ogli, "La lucida weltanschauung di Felice Serino", Logos 24/87
Francesca Ida Gjerga Arnò, "Felice Serino, autore di un libro denuncia che fa meditare", Fantasy-La Torre 2/93

   Di nuovo l'utopia
Carlo Molinaro, Alla bottega 6/87
Sandro Ogli (lo cita nella sua recensione a Frammenti)

   Delta & grido
Dino Papetti, Alla bottega 4/89
Carlo Molinaro (prefazione)
Teresio Zaninetti, Logos 42/90

   Idolatria di un'assenza
Fabio Greco, "Va oltre il semplice verso o la pura parola", reportage 21/94
Pino Tona (ipotesi di lettura)
Giordano Genghini (nota critica)
Anselmo Pellecchia, "Un nulla sopra un acroterio", Il Tizzone 1/96
Marco Merlin, Alla bottega 5/95
Edoardo Ganci, Poeti nella Società 11-12/95

   Fuoco dipinto
Luciano Somma, Omero lugl.-sett. 03
Rocco Tano, Noialtri 9-10/03
Isabella Michela Affinito, Il Tizzone 1/04
Andrea Crostelli, "Corpo di vetro",

   La difficile luce
Andrea Crostelli, Riflessioni sulla raccolta La difficile luce di Felice Serino, Omero lugl.-sett. 06
A. Crostelli, "Nostalgia immemore"
Luciano Somma, Omero, 05
Isabella Michela Affinito (per una prefazione - su blog)

   Dentro una sospensione
Hakan Ferbes, Noialtri - lug.-ago-07
Carlo Molinaro - commento su suo blog - lug.07 / su Recensioni in "L'Archivio della Memoria" - sett.-ott.07
Giancarla Raffaeli, Riflessioni - sett.07 - Andrea Pugiotto in "Noialtri" 2/2010, sui blog

   In una goccia di luce
Luca Rossi - critica  [sui blog] - Noialtri, lugl.-ago. 09
Giuseppina Luongo Bartolini - commento agli ultimi due libri, maggio 2009 - sui blog

   Lacere trasparenze
Andrea Crostelli - Gli Autori (web)

   Cospirazioni di altrove
Michela Zanarella - Periodico Italiano, gennaio 2011 - L'Archivio della memoria, genn.-febbr. 2011
Gli Autori (web) blog di M. Z. (ex splinder)


 

RECENSIONE  DI  MICHELA  ZANARELLA

 

http://michelazanarella.splinder.com/post/23842729/felice-serino-cospirazioni-di-altrove

 





Felice Serino (intervistato da Gioia Lomasti)
http://www.gliautori.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=36


Intervista di gruppo Lo scrittore:

http://ning.it/9HtZ2c

 

 Dall'intervista a Michela Zanarella (intervistata da Felice Serino)

 viewtopic.php?f=10&t=38

 

Mie poesie scelte da Antonio Spagnuolo

per il suo blog di rassegna di poesia

[graditi i commenti]

 

 

PROPOSTA N° 233

 

http://poetrydream.splinder.com

 

http://poetrydream.splinder.com/post/25672875/proposta-n-292


Su una mia poesia scelta
-video+recensione+commenti-


http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.attimidellamenteeilcuore.splinder.com%2Fpost%2F25741781%2Fil-brano-della-settimana-degli-autori&h=bAQFxA1_UAQHdA7b6jRUjomq2Bj30T-FUOOOC9oNus7MSQQ

 

VIVICENTRO-TV

 

PUNTATA DEL 18 Novembre 2011

[Rassegna canzoni e poesie]

Con

ELVYA GAROFANO

TONY MAIELLO

NINO MENCARINI

FRANCO LEVI MINZI

PETER CIANI

SALVA MINNELLA

PATRIZIO BUANNE

FELICE SERINO

ASSUNTA CASTELLANO 

http://www.livestream.com/vivicentrotv/video?clipId=flv_4e3326b9-c28c-48f1-9054-c3317b77cbcb

 

RECENSIONE A -COSPIRAZIONI D'UN ALTROVE

http://www.associazioneculturalenoialtri.blogspot.com/


 

 
di Shayra Smaldone
 



SU -IL CAFFE' DEGLI ARTISTI-
http://www.rossovenexiano.com/drupal/autori/serino/index.html
 

Miei versi inseriti in 20 “gocce di rugiada” (dewdrops)

a cura di Terenzio Formenti (2003)

 

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1738

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1737

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1736

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1735

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1734

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1733

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1732

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1731

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1730

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1729

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1708

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1707

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1706

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1705

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1704

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1703

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1702

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1701

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1700

 

http://groups.yahoo.com/group/dewdrop/message/1699

 

 









 

 

LINK

 

 

www.poetare.it/serino.html

www.poesia-creativa.it/feliceserino.htm

www.grammaticaviva.it/Pensieri&Parole/pensieri-e-parole.htm

www.ArteGreco.it

www.elbasun.com

http://xoomer.virgilio.it/baldobr/index-119.html

http://balbruno.altervista.org/index-119.html

www.poetaepittoridelterzomillennio.it

www.clubpoeti.it/vetrina

http://digilander.iol.it/dailyopinions/index.html

http://poseidon.csr.unibo.it/litterae/poesie/7poesie.html

www.scrivomania.it

http://media.supereva.it/siderurgiko

www.nuoviautori.org

www.artenuova.135.it

http://classicaonline.com/lol                 

www.ilmistero.com

www.rottanordovest.com

www.propostediclasse.com

www.laperquisa.it/secondote

www.leparoleperte.it

www.isogninelcassetto.it/poiesis.html

www.paroleoggi.it/feliceserino

www.paroledautore.net/poesia/italiana/emergenti/serino.htm

www.myspace.com/feliceserino

http://feliceserino.splinder.com

http://dododada.ning.com/profile/fleawolang

www.marinaminetpoesie.it/Felice_Serino.html

www.poetichouse.com

www.michelesarrica.it

www.partecipiamo.it

www.cicorivoltaedizioni.com

http://jansky.bahu.com

http://poetando2008.splinder.com

http://feliceserino.hi5.com

www.animapersa.net

http://picasaweb.google.it/jansky41

www.artevizzari.italianoforum.com

www.paeseincantato.com

www.carloacutis.com

www.goccedipoesia.it

www.altramusa.com

http://web.tiscali.it/lapoesia

www.webalice.it/felser41

www.erlebnis.ilcannocchiale.it

www.lalterego.ilcannocchiale.it

www.inmargine.ilcannocchiale.it

www.poesiaedintorni.it

http://lindicibile.myblog.it

http://www.vocedellapoesia.blogspot.it/

www.sognandopoesia.altervista.org

http://varchi.blog.tiscali.it

www.poesieincalce.com

www.rossovenexiano.com

www.gliautori.it

www.estro-verso.org

http://estro-verso.forumattivo.com

http://poesieinversi.com

www.realtano.it

www.parolesparse.forumup.it

http://nuoviargomenti.altervista.org

www.ewriters.it

http://wolang.xoom.it

http://feliceserino.sitiwebs.com

www.facebook.com/felice.serino
http://unlembodicielo.wordpress.com
http://feliceserinosblog.wordpress.com

www.feliceserinosblog.blogspot.it

http://www.dailymotion.com/suonamiunapoesia



 

 










 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

QUEST'OPERA È STATA SELEZIONATA

NEL CONCORSO LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI

IN MEMORIA DI NUCCIO CARUSO EDIZIONE 2014-2015

 

 

 

Felice Serino

Nel perdurare la luce

POESIE SPARSE

(1978-2014)

2015, 8°, pp. 56

Collana ARABA FENICE n. 213

€ 10,00acquista

ISBN 9788869540424

 

.

 

 

.

 

LE OCCASIONI PERDUTE

 

la mia vecchiaia avrà il ricordo

delle occasioni perdute

di legni che non tocca la risacca

indifferenti o timorosi di

naufragio

 

la mia vecchiaia sarà il vino

di scarse annate l’amaro

di non aver dato e preso:

mi resterà solo una

rassegnazione attaccata alla pelle

dell’anima

e avrò fame di ricordi e i ricordi

nominati

mi dilanieranno

 

1978

 

 

 **************************************

 

... [nell’opera di Serino] il tessuto dei versi è coerente e ha un tono e un timbro inconfondibili. I temi toccati ruotano attorno a una ricerca spirituale intima del poeta ma nel contempo rivolta ad ogni uomo. I versi, come nei grandi artisti mistici del Medioevo, esprimono l’inesprimibile del mistero divino soprattutto attraverso il simbolo della luce. La spiritualità del poeta è però modernissima perché inquieta, mobile, non univoca.

Alcune immagini, metafore e parole-chiave sono ricorrenti nella raccolta. Oltre alla luce, altri simboli ricorrenti nei versi di Serino per esprimere l’inesprimibile – l’“Oltre” – sono il sogno e l’azzurro, che si intrecciano con la musica nel tentativo di dare corpo al divino. Tuttavia, i versi di Serino non hanno certo caratteristiche tradizionali e meno che mai “cantabili”, in quanto nel loro originale ritmo si manifesta la presenza della realtà umana fatta di carne e sangue, dei “veleni del mondo” e, in particolare, del mondo contemporaneo in cui “l’autentico” è “violentato dal mediatico”.

All’interno di questa antitesi decisa fra l’Altrove e il male del mondo determinante è la funzione della poesia, che definirei profetica ma, anche, casa in cui rifugiarsi per distaccarsi dal male di vivere. La spiritualità di Serino e la sua fede nell’Altrove non è mai incerta. La cultura su cui fioriscono i versi dell’autore è estremamente ricca: lo si comprende da citazioni dirette o indirette, e soprattutto dalla ripresa rielaborata, nei versi, di altri versi, secondo una tecnica già presente in grandi poeti, da Dante a Luzi, ma usata in modo originale.

La lirica di Serino si colloca nel panorama estremamente vasto di questa sorta di ideale “empireo della poesia” che si contrappone – almeno come possibilità di difesa – ai mali della storia.

 

Giordano Genghini

 

***************************************

BIOGRAFIA

 

FELICE SERINO è nato a Pozzuoli nel 1941.

Autodidatta. Vive a Torino.

Ha pubblicato varie raccolte: “Il dio-boomerang” (1978), “D’un trasognato dove” (2014).

Ha ottenuto importanti riconoscimenti e di lui si sono interessati autorevoli critici.

È stato tradotto in sette lingue.

Intensa anche la sua attività redazionale.

 

Per saperne di più:

http://www.libreriaeditriceurso.com/serinofelice.html

 

 




***

 

 




 

 QUEST'OPERA È STATA SELEZIONATA

NEL CONCORSO LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI

IN MEMORIA DI LUCIA SORTINO EDIZIONE 2013-2014

 

 

*

 


 

 

Felice Serino

GLI ANNI CI DIRANNO

Poesie

1973-2013

Collana ARABA FENICE n. 166

€ 10,00acquista

ISBN 978-88-98381-89-0

 

 

Serino riesce a esprimere attraverso delle visioni surrealistiche quella parte del quotidiano che si trasforma nei suoi versi in sogno, dimensione onirica, fantasia, partendo proprio da una visione dell'uomo che si spoglierà della sua essenza per entrare nella trasparenza di uno specchio, per poi alla fine essere proiettato in uno "spazio-tempo vitale", in cui lo stesso trasforma il contesto esistenzialistico in cui si è posto, anti-positivista.

L'investimento ideologico per un continuo rinnovarsi di vita-cultura,

la sperimentazione di nuovi modi di costruire versi, l'atteggiamento anti-conservatore di un passato letterario della poesia

(da fin troppo tempo contenuta in canoni intoccabili dai puristi), lo pone come personaggi indiscutibile delle avanguardie, in un esprimersi del quale l'ermetismo conosce bene i suoi confini.

[...] La morfologia della poesia di Serino differisce da ogni altra per il suo concatenare i puri elementi dell’anatomia umana (sangue, nervi, fonemi, ecc.) con quelli del logos, perché la parola diventi carne ed entrambi, così terreni, così tangibili, generati da una forza a cui fare ritorno e in cui rispecchiarsi.

Le poesie da lui scritte sono un biglietto di presentazione, il biglietto da visita dell’uomo-poeta.

Egli è l’Hermes, colui che nella mitologia greca è il dio dei confini e dei viaggiatori, di tutti noi insomma, di quella geografia che ci appartiene, corporea e del pensiero. Dio degli oratori e dei poeti, dei pesi e delle misure.

È apportatore di sogni, osservatore notturno, interprete. Mercurio, nella mitologia romana.

Serino ci trasporta così dal buio alla luce, dal non-essere alla forma dell’essere.

 

Luca Rossi

*

 

 

 

 

GLI ANNI CI DIRANNO

 

ogni volta per nuove

esperienze barattiamo la

vecchia pelle - ci dimentica

così spesso la vita in angoli

di nevrosi

 

gli anni forse ci diranno

che quanto poteva essere amore

si celava

nelle cose nei gesti più semplici

come un dio

geloso che non udimmo

 

1977

 

 

FELICE SERINO è nato a Pozzuoli nel 1941. Autodidatta. Vive a Torino.

Copiosa e interessante la sua produzione letteraria (raccolte di poesia: da “Il dio-boomerang” del 1978 a “In sospeso divenire” del 2013); ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti e di lui si sono interessati autorevoli critici.

È stato tradotto in sette lingue. Intensa e prolifica la sua attività redazionale visibile anche on-line.

Scrive su vari blog.

 

 

*

 

 

http://www.libreriaeditriceurso.com/serinofelice.html

 

 






Bibbia d'Asfalto Poesia urbana e autostradale

Felice Serino

 

Felice Serino mi colpisce per l’essenzialità, per quel suo dire tutto in pochi versi ben strutturati. Le sue poesie mi portano in un’atmosfera ordinata, sono gusci dove vive un gheriglio composto e sostanzioso, ma che allo stesso tempo non precludono l’immaginario gelatinoso del mallo.

Tra le tematiche affrontate mi colpisce quella del carcere. Scrive Serino:

dal fondo del mondo / luce ferita dove è terra / di nessuno

e l’immagine che si mostra ai miei occhi è la cella con le sue feritoie grigie, dove la luce filtra appena. E quella luce ci rimanda

immediatamente al recluso, dimenticato dal mondo in quella terra di nessuno. Poi ci si flette lo sguardo interiore sul cuore: chi si ricorderà di lui e della sua compagna, ‘bianco urlo dell’altra metà del cielo’, che vive la condanna della vita di tutti i giorni separata da lui?

Serino fotografa intorno ed è attento alla sofferenza che alberga nell’uomo. Ci parla dell’11 settembre immaginandosi così, foglio tra i fogli cadenti:

tra vite spaginate nell’aria: / io presente-assente / stagliato contro un cielo stravolto / …e in me / cadevo

La catastrofe si trasforma in un’immagine sorprendentemente pura e leggera, la disperazione trova riscatto nel volo dell’anima come pagina al vento.

E provo tenerezza quando il malato di Alzheimer vuole afferrare / la biancaluna / incorniciata nella finestra, mi si paventa davanti agli occhi un quadro di Magritte, le cornici nere intorno ai vetri, le parole tiepide alla rinfusa che scappano a fare aloni di vapore in trasparenza con la notte, mentre qualcuno è scappato da tempo e non tornerà quell’io bifronte / che ha perso la strada di casa

 

Francesca Ferrari

 

≈≈≈≈

 

  Alzheimer

 

i suoi giorni

come un vortice di foglie

a dilatare deliri

gioca

con le ombre sui muri

vuole afferrare

la biancaluna

incorniciata nella finestra

 

alle prime luci riaffiora

un barlume

di quell’io bifronte

che ha perso la strada di casa

 

≈≈≈≈

 

  L’ego

 

ovattata vita

di chi l’altro non “sente”

-muro eretto

con impasto dell’ego

 

inutile imbiancarle

le pareti pregne di dolore

-sale silenzioso l’urlo

fino al cielo

 

≈≈≈≈

 

  Io ero là

(nella ricorrenza dell’11 settembre)

 

quasi un assentarmi da me (stato

catatonico davanti allo schermo)

(auto-

difesa inconscia per non viverlo

quel momento?)

 

-ma io “ero” là

tra vite spaginate nell’aria:

io presente-assente

stagliato contro un cielo stravolto

 

…e in me

 

cadevo

 

≈≈≈≈

 

  La condanna

(a tutti i carcerati e alla loro metà)

 

bianco urlo dell’altra metà del cielo

(tempo scandito

a elaborare:

due prigioni – di qua di là

delle sbarre

-patteggiare dell’essere

con lo stillicidio che squaderna le ore)

 

dal fondo del mondo

luce ferita dove è terra

di nessuno

 

dove il cappio

oscilla

 

≈≈≈≈

 

 

FELICE SERINO è nato a Pozzuoli nel 1941. Autodidatta. Vive a Torino.

Ha pubblicato varie raccolte: “Il dio-boomerang” (1978), “In sospeso divenire” (2013).

Ha ottenuto importanti riconoscimenti e di lui si sono interessati autorevoli critici.

E’ stato tradotto in sette lingue. Intensa anche la sua attività redazionale.

È possibile leggere Felice Serino sulla sua pagina personale 

http://feliceserino.scrivere.info/

 

 

 

link della pagina: http://poesiaurbana.altervista.org/felice-serino/

 

 

MIE POESIE DA -FRAMMENTI DI LUCE INDIVISA- 2014

http://www.partecipiamo.it/Poesie/serino/raccolta_poesie_serino.htm


^




 

Bibbia d'Asfalto numero 1 - Aprile 2014

www.matiskloedizioni.com

 

Bibbia d'Asfalto, quadrimestrale di letteratura e arte varia.

 

[con una recensione ad una mia silloge]






POESIA SELEZIONATA




http://lnx.lamenteeilcuore.it/index.php?option=com_content&view=article&id=7468:il-brano-degli-autori-nuvole-vaghe-di-felice-serino&catid=56:attimi-di-poesia&Itemid=94#comments




INTERVISTA DI RAFFAELLA AMORUSO SU PLAUSO

http://plausodiraffaellaamoruso.blogspot.it/2014/09/felice-serino.html?spref=fb#.VAYaRaN9aCQ




 

 

QUEST'OPERA È STATA SELEZIONATA

NEL CONCORSO LIBRI DI-VERSI IN DIVERSI LIBRI

IN MEMORIA DI CORRADO TIRALONGO EDIZIONE 2012-2013

 

 

 

 

FELICE SERINO

LA LUCE GRIDA

(Poesie sparse)

1980-2011

2013, 8°, pp. 56

Collana ARABA FENICE n. 115

€ 9,50

ISBN 978-88-98381-33-3

 

 

 

ALLO SCOPERTO

entrare nel morire tra seduzioni

dei media è frantumazione

dell’io è uscire nudi

allo scoperto:

spoglio di alibi-corazze

con radice di sangue

e cielo è cuore che risale

in luce sue macerie – la vertigine del tempo

vuoto –

1988

 

 

Addentrarsi nelle tematiche di Felice Serino, ci porta a considerare

la nostra essenza di creature in balia del senso di perdizione e di

precarietà, caratteristiche salienti dell'uomo. In versi ermetici

che scavano in profondità, quasi erodendo la nostra coscienza, il

poeta affronta il rapporto tra il divino e l'umano, tra realtà e

spirito, il contrasto tra spirito e corpo, tra sogno e mondo reale.

E certo non manca la trattazione della problematica della morte e

dell'alienazione del vivere moderno. Interessante l'uso della

simbologia e della metafora dello specchio nella disamina poetica

del multiforme aspetto di come la mente possa percepire la realtà. A

volte si mostra gnomico, umanitario e proteso alla risoluzione dei

problemi sociali. Il linguaggio appare scabro e incisivo, spesso

filosofico.

Non è una poesia facile, all'inizio si presenta ostica, così

intessuta di richiami culturali e stile ermetico, ma piano piano ci

avvolge nell'atmosfera sospesa del nostro essere uomini, tesi alla

ricerca della verità.

 

Peppino Giovanni Dell'Acqua

 

 

 

dal sito: http://www.libreriaeditriceurso.com/serinofelice.ht








Home|Su di me|Libro degli ospiti|Poesie|Foto|Articoli|Amici Poeti|Recensioni|Fotopoesie|Blog-La voce della poesia|Autori vari